Domenica, 29 Aprile 2012 16:26

Triestina sconfitta dallo Spezia, ora si fa dura

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Foto Geros Foto Geros
Lo Spezia espugna il Nereo Rocco di Trieste in occasione del penultimo turno e raggiunge in vetta il Trapani,

ma ha dalla sua gli scontri diretti e così è primo. La prima emozione di un inizio al piccolo trotto coincide con il vantaggiod dell’Unione. Cross dalla destra di Allegretti, Mattielig irrompe sul secondo palo e insacca sotto la traversa di prima intenzione. Il gol sveglia la partita, la cui prima metà è vivace e a viso aperto.

Al 14’ Lucioni sfiora l’incrocio di testa, ma è in fuorigioco. Iunco si fa vedere per due volte nel giro nel giro di sessanta secondi: al 23’ spunto personale sulla sinistra e tiro di poco fuori; al 24’ assist dalla destra di Madonna e tocco di poco fuori. A questo punto lo Spezia ha una fiammata, utile a pareggiare al 31’ con Madonna. Tiro dal vertice destro sul primo palo, dove Gadignani cerca la presa sul primo palo, ma non riesce a trattenere la palla che così s’infila.

L’1-1 calma gli animi e il finale del primo tempo è tranquillo ed equilibrato. Buon inizio di ripresa per i padroni di casa, pericolosi con un’incursione di Mattielig al 6’ (Grauso anticipa Godeas – rischiando il corner – sul cross del numero 7) e con ua mischia sul seguente corner. Replica Vannucchi con una punizione di poco alta all’8’. Il trequartista spezzino svirgola un buon pallone all’11’. Sono i segnali di risveglio dei liguri, che poi insidiano la porta di Gadignani con una botta sull’esterno della rete di Iunco al termine di un guizzo indivuale. Match nuovamente combattuto e vivace: locali più reattivi del solito e ospiti compatti. Al 15’ lo stesso Iunco si vede deviare un suo cross da Cecchini sulla parte alta della traversa e poi nessuno trova la deviazione.

Al 23’ punizione fuori di Allegretti e al 24’ Iunco riesce a trovare il perturgio per superare Gadignani, ma Thomassen respinge alle spalle del numero 1 rossoalabardato. Cross di Casoli al 28’: Mattielig lo devia in corner con l’aiuto di una mano (senza volontà). Arbitro al momento incerto su cosa fischiare e poi concede l’angolo. Sfida sempre vibrante e incerta con entrambe le duellantu che ci provano.

E al 39’ arriva il secondo gol della compagine di Michele Serena. Corner dalla destra di Madonna e Princivalli – dopo una carambola – rilancia corto; la sfera arriva al limite a Lucioni, che spara un secco e preciso rasoterra. Al 41’ la Triestina resta in dieci per l’espulsione di Gadignani (fallo di mani fuori area) e così entra il secondo portiere Vigorito, a cui fa seguito pure l’ingresso della punta Zamparo. I giuliani non riescono a pungere e il risultato non cambia. Il tabellino.
TRIESTINA 1
SPEZIA 2

MARCATORE: p.t. 6’ Mattielig, 31’ Madonna; s.t. 39’ Lucioni.
TRIESTINA (4-3-1-2): Gadignani; Mannini, Thomassen, Gissi, Cecchini (s.t. 42’ Vigorito); Mattielig (s.t. 33’ Tombesi), Allegretti, Princivalli; Cesar Pinares (s.t. 42’ Zamparo); Godeas, Motta. A disposizione D’Ambrosio, Evola, Cristiano Rossi, D’Agostino. All. Galderisi
SPEZIA (4-3-1-2): Russo, Madonna, Bianchi (s.t. 26’ Pedrelli), Lucioni, Rivalta; Casoli, Grauso, Buzzegoli (s.t. 22’ Bianco); Vannucchi; Iunco (s.t. 37’ Guerra), Evacuo. A disposizione Conti, Ricci, Testini, Chianese. All. Serena
ARBITRO: Pasqua di Tivoli (assistenti Buondonno di Torre Annunziata e Donini di Bergamo).
NOTE Ammoniti Allegretti, Buzzegoli, Rivalta. Minuti di recupero: p.t. 0’; s.t. 4’. Corner 10-6 per lo Spezia. Giornata calda, terreno in discrete condizioni.

Letto 671 volte Ultima modifica il Domenica, 29 Aprile 2012 16:56

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli