Sabato, 25 Febbraio 2012 20:53

Triestina, un altro brutto scivolone: Frosinone corsaro

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Foto Geros Foto Geros

Il Frosinone si aggiudica lo scontro diretto della settima giornata di ritorno

della Prima Divisione girone B, espugnando il Nereo Rocco di Trieste con pieno merito. I frusinati fanno la partita al cospetto di un’Unione titubante grazie alla loro maggior qualità. I ciociari di Eugenio Corini si propongono con maggior regolarità rispetto ad un’avversaria timida e sottotono (e sempre più proiettata verso i bassifondi in questo periodo di crisi societaria). Primo tempo non spettacolare, in cui – appunto - la formazione di Eugenio Corini è più vogliosa e fa vedere nuovamente di avere un attacco sempre temibile. Al 16’ Cesaretti si accentra dalla sinistra e calcia a giro di destro: Gadignani vola a deviare in corner. Al 21’, quindi, Nicco cicca il tiro e allora Biasi ci prova in scivolata e Gadignani respinge, ma l’arbitro fischia il fuorigioco del numero 6 gialloblù.

Al 29’ l’episodio decisivo per sbloccare la partita: Aurelio entra in area dalla destra e conclude sul primo palo, l’estremo difensore Gadignani respinge ed Aurelio cerca di riconquistare palla, ma Lima lo contrasta in modo irregolare secondo il direttore di gara e concede il rigore. Carrus si incarica della battuta e trasforma la massima punizione, spiazzando Gadignani. I padroni di casa, che non riescono a proporsi e di conseguenza a rendersi pericolosi, si fanno vivi per la prima volta al 35’, quando Godeas manda di poco fuori di testa. Al 37’ gli ospiti ci riprovano un’altra volta e partono in contropiede tre contro tre: Gissi riesce a chiudere in corner all’ultimo momento il lanciato Cesaretti. Questi elude il fuorigioco al 46’ con il suo inserimento centrale e – seppure smarcato davanti al portiere – spedisce alto  il pallonetto del possibile (e meritato) raddoppio. Ad inizio ripresa la Triestina mostra un altro piglio e già al 4’ Godeas tenta il colpaccio con destro al volo dal cuore dell’area, ma il portiere Stefani respinge con le gambe in uscita.

Nulla può Stefani all’8’ sul colpo di testa dello stesso Godeas, che infila con una schiacciata il traversone dalla trequarti destra di Mannini. Neanche il tempo di digerire l’1-1 e il Frosinone si riporta avanti. Santoruvo trova impreparata la difesa rossoalabardata e anticipa in acrobazia (inzuccata) Lima su un piazzato dalla trequarti destra. I locali cercano di reagire, ma i vincitori rispondono colpo su colpo tanto da andare vicini al terzo gol con un bordata del neo-entrato Baccolo al 25’. La sua conclusione da fuori viene sventata in angolo da Gadignani.

Poi, strada facendo, la gara perde un pizzico di intensità e si frammenta in parte. Il Frosinone controlla senza troppi patemi al cospetto di una Triestina poco lucida e incisiva (in nove nel finale causa due espulsioni). I ragazzi di Corini sfiorano il tris nel giro di un minuto in pieno recupero (a cavallo tra 49’ e 50’) con Ganci, che dapprima ci prova con un pallonetto debole dal limite (parato) e con un diagonale di poco fuori dalla destra. E al 51’, invece, l’Alabarda sfiora il pareggio con un tap-in di Motta su angolo di Allegretti e Zappino è bravo a respingere e a mantenere così in cassaforte il successo dei suoi.
Il tabellino.
TRIESTINA    1
FROSINONE 2

MARCATORE: p.t. 30’ Carrus su rigore; s.t. 8’ Godeas, 10’ Santoruvo.
TRIESTINA (3-5-2): Gadignani; Mannini, Lima, Gissi; Rossetti; Allegretti, Mattielig (s.t. 22’ Evola), Forò (s.t. 1’ De Vena), Cecchini (s.t. 25’ Tombesi); Godeas, Motta. A disposizione Vigorito, Pratolino, Cristiano Rossi, D’Agostino. All. Galderisi
FROSINONE (4-3-3): Zappino; Stefani, Ritovski, Biasi, Federici; Nicco, Carrus, Bottone; Santoruvo (s.t. 23’ Bonvissuto), Aurelio (s.t. 35’ Ganci), Cesaretti (s.t. 24’ Baccolo). A disposizione Nordi, Guidi, Catacchini, Frara. All. Corini
ARBITRO: Rocca di Vibo Valentia (assistenti Peraro di Este e Vigo di Acireale).
NOTE Espulsi Lima (al 40’ s.t. per proteste) e Tombesi (al 45’ s.t. per doppia ammonizione). Ammoniti Rossetti e De Vena per gioco falloso, Bottone per aver allontanato la palla. Minuti di recupero: p.t. 2’; s.t. 7’. Corner 7-2 per il Frosinone. Spettatori 3.000 (di cui sette nel settore ospiti). Bella giornata di sole primaverile, ma terreno pesante.

Letto 621 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli