Domenica, 27 Novembre 2011 17:50

Uragano Triestina, tris a Piacenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Foto Geros Foto Geros
La Triestina sbanca con la giusta concretezza lo stadio Garilli di Piacenza,
sfoderando una buona prova con il nuovo modulo. Inizio equilibrato fino al 10’, quando una punizione di Allegretti viene toccata in area da Di Bella con la mano ed è calcio di rigore. Lo batte e lo trasforma Curiale. I padroni di casa accusano il colpo: un minuto dopo Godeas reclama per un altro tocco di mano (stavolta di Visconti) in area su una sua conclusione, ma l’arbitro sorvola. Godeas si prende la rivincita al 12’: Cesar Pinares Tamayo innesca Galasso, la cui percussione lo porta a un cross, che Godeas controlla prima di girarsi e insaccare con un tocco di destro. L’Unione può ora permettersi di gestire la situazione senza sbilanciarsi ed anzi arretra il suo baricentro, ma il Piacenza fa fatica a proporsi in modo pericoloso (pesante lo 0-2 al passivo a livello mentale) e si fa vedere con una semi-girata velleitaria di Guzman (32’) prima di avere una ghiotta occasione con Foglia al 39’ (miracolo di Viotti all’incrocio con la palla deviata in corner). Al 41’ una mischia poco chiara nella sua dinamica si “risolve” con un penalty a favore dei piacentini, ma Viotti sventa in angolo il tentativo di Guzman alla sinistra del portiere. Lo stesso Guzman manda alto di testa al termine di una buona azione, innescata da Parola e proseguita da Foglia con l’assist per l’ex Juve. E al 49’ Curiale spara alto a tu per tu con il portiere Cassano. Dopo l’intervallo il Piacenza appare un po’ più aggressivo, ma è l’Alabarda a passare. Al 12’ Curiale (tutto solo) si fa deviare in angolo il suo tiro e la battuta dalla bandierina viene sfruttata a dovere da Lima, che va a bersaglio. I locali provano ancora a riaprire i conti sugli sviluppi di un corner (Gissi rischia l’autogol) con Ferrante che calcia in mischia e Lima sventa da par suo. Subito dopo lo stesso Ferrante viene espulso direttamente. E così il Piacenza non ha più stimoli e idee per cercare di andare all’attacco, complice una situazione societaria negativa. Il tabellino.
PIACENZA 0
TRIESTINA 3

MARCATORE: p.t. 10’ Curiale (rig.), 12’ Godeas; s.t. 13’ Lima.
PIACENZA (4-5-1): Cassano; Bertoncini (s.t. 9’ Lisi), Di Bella, Visconti (s.t. 25’ Pani), Calderoni; Avogadri, Ferrante, Parola, Marchi (s.t. 30’ Palermo), Lisi; Guzman. All. Monaco
TRIESTINA (3-4-2-1): Viotti; Thomassen (p.t. 40’ Izzo), Lima, Gissi; Rossetti (p.t. 6’ Galasso), Allegretti, Princivalli, Pezzi; Cesar Pinares Tamayo, Curiale; Godeas (s.t. 30’ Mattielig). All. Galderisi
ARBITRO: Bruno di Torino (assistenti Liturco di Collegno e Gualtieri di Asti).
NOTE Espulso Ferrante al 22’ st (rosso diretto per una gamba tesa su Galasso). Ammoniti Gissi per gioco falloso e Lima per proteste. Minuti di recupero: p.t. 4’; s.t. 5’. Corner 8-3 per il Piacenza. Viotti para un rigore a Guzman al 42’ p.t. Presente una rappresentanza di tifosi della Triestina (una decina).
Letto 728 volte Ultima modifica il Domenica, 27 Novembre 2011 17:53

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli