Sabato, 09 Febbraio 2019 22:01

Brividi alabardati al Rocco, demolito il Monza di Berlusconi e Galliani

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)
Una fase della gara Una fase della gara

Il Monza non perdeva da nove partite consecutive,

conteggiando anche la Coppa Italia e tre reti le aveva prese dilatate durante questo periodo positivo. La Triestina riesce a dare questi dispiaceri in un colpo solo alla truppa del trio Berlusconi – Galliani – Brocchi.
Prima della gara, a cui ha presenziato anche l'ex allenatore rossoalabardato Arrigoni, ci sono stati la deposizione di un mazzo di fiori da parte della squadra di casa sulla gigantografia di Stefano Furlan nonché un minuto di silenzio in onore dei morti nel rogo del centro sportivo del Flamengo. Granoche va al cross dal lato destro dell'area al 1' e chiede vanamente un tocco di mano del suo diretto controllore. Al 3', quindi, una bella azione sulla sinistra porta Beccaro al tiro da dentro i sedici metri finali e il portiere Guarna si tuffa sulla sua sinistra per bloccare il tiro basso. Nei primi 5' l'Unione ha un buon possesso-palla, poi lo lascia ai brianzoli, adottando una tattica attendista. E i monzesi, gemellati con i giuliani a livello di tifoseria, hanno due ghiotte occasioni. Al 22' palla in profondità di D'Errico per lo smarcato ex De Marchi, che viene anticipato per un pelo in uscita dal portiere Offredi. E al 28' De Marchi si trasforma in uomo-assist e la dà dentro per Lora, che – tutto solo soletto – cerca il pallonetto e la palla sembra andar dentro....alla fine colpisce la parte alta della traversa e va sul fondo. A livello di conclusioni il primo tempo concede ancora (solamente) un destro centrale dal limite di Procaccio.
In apertura di ripresa (cambio passo della formazione di mister Pavanel) dentro Petrella e Mensah, fuori Hidalgo e Beccaro. E al 4' Procaccio viene steso – dopo una magia – da Fossati ed è rigore. Lo calcia basso di piatto El Diablo, che insacca alla sinistra del portiere spiazzato. Al 9' contropiede dell'Unione in superiorità numerica, Mensah scappa a sinistra, entra in area e aspetta un attimo di troppo per scegliere la soluzione. Opta per il servizio rasoterra verso Granoche e Marconi salva i suoi. Al 14', poi, Coletti va a deviare un corner dalla destra e la palla incoccia su Scaglia, che tocca con la mano (prima col fianco?) ed è di nuovo penalty. Lo ribatte il puntero uruguagio, cambia lato, l'estremo difensore tocca, ma è lo stesso gol. Anche all'andata Granoche fece un gol dagli undici metri. Aumenta la determinazione locale, che non concede spazi agli avversari. E al 22' arriva il 3-0 in contropiede. Petrella va sul fondo e innesca Steffè, che la calibra nel traffico e infila di giustezza. I locali gestiscono la gara e al 33' Petrella va via in velocità e – una volta al limite – spreca alto. C'è infine il 3-1 su un rigore concesso per un braccio galeotto di Pizzul su tiro da fuori. Trasformazione impeccabile di D'Errico.

Il tabellino.

TRIESTINA 3
MONZA 1

GOL: 4' s.t. Granoche (rig.), 15' Granoche (rig.), 22' Steffè, 43' D'Errico (rig.).
TRIESTINA (4-2-3-1): Offredi; Formiconi, Malomo, Lambrughi, Frascatore (40' s.t. Pizzul); Steffè, Coletti (35' s.t. Bolis); Hidalgo (1' s.t. Petrella) Procaccio (30' s.t. Bariti), Beccaro (1' s.t. Mensah); Granoche. In panchina Boccanera, Matosevic, Libutti, Maracchi, Codromaz, Pedrazzini, Costantino. All.: Pavanel
MONZA (4-3-3): Guarna; Lepore, Scaglia, Marconi, Anastasio; Lora (16' s.t. Ceccarelli), Armellino, Fossati; D'Errico, Brighenti (13' s.t. Reginaldo), Ettore Marchi. In panchina Sommariva, Cavaliere, Galli, De Santis, Palazzi, Tomaselli, Bearzotti, Negro, Tentardini, Di Paola. All.: Brocchi
ARBITRO: Gariglio di Pinerolo (assistenti di linea Massimino di Cuneo e Gualtieri di Asta).
NOTE Spettatori poco più di tremila (tra cui una sessantina ospiti). Ammoniti Fossati, Lambrughi, Steffè, Palazzi, Pizzul. Corner 1-3. Recupero: 0' e 4'.

Letto 143 volte

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna