Domenica, 28 Febbraio 2021 17:45

Contro la Cenerentola è solo pari, la Triestina rimonta due volte l'Arezzo

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)
Il 2-2 di Gomez su rigore Il 2-2 di Gomez su rigore

Un passo indietro per la Triestina (già intravisto a Verona) sul piano della dinamicità in particolare

e l'Arezzo mette in atto il suo piano-gara con ordine e pulizia.

Le cose si mettono subito bene per i toscani, a segno al 2' con una punizione dalla destra di Pinna (calciata col sinistra). E' più un cross, un paio di giocatori in area cercano di toccare la palla ma senza riuscirci e la stessa si infila sul primo palo con Offredi in ritardo. Per una decina di minuti i nero-azzurri (tenuta di giornata) pressano alti e l'Alabarda fatica per poi crescere quando gli avversari si abbassano. Ci prova tre volte da fuori e sulla terza (al 18') Sarno calcia ad abbassarsi, il portiere resta fermo e la sfera è di poco alta. Un minuto e Sarno ci ritenta addirittura di destro e Sala deve sventare in angolo in tuffo. Al 20' cross dalla destra di Calvano verso il secondo palo, Guido Gomez è dimenticato dagli aretini e infila il nono gol stagionale. Il risultato torna a cambiare al 26' con un altro piazzato mancino di Pinna, stavolta diretto da posizione centrale. L'undici del duo Stellone-Gorgone chiude bene gli spazi e per l'Unione non è facile trovare sbocchi al suo possesso-palla. Al 30' piattone di Calvano di poco fuori; al 36' corner dalla sinistra di Giorico, mischione in area e alla fine l'Arezzo si salva. Al 43' spunto di Karkalis e Offredi respinge. Infine si rivede Sarno, il cui tentativo a giro da 17 – 18 metri esce di un nulla.

 

Nella ripresa l'Arezzo resta basso e la Triestina non ha sbocchi al suo gioco, perdendo ritmo strada facendo (pur avendo il maggior possesso-palla). Al 5' bravo a dire di no a Procaccio e sul conseguente angolo l'incornata di Capela è di poco fuori. Al 9' Mensah va via in velocità in area e viene steso, è rigore e Guido Gomez lo realizza di destro con sicurezza. Al 13', poi, miracolo di Offredi sulla linea sull'inzuccata ravvicinata di Arini. Al 16' Pinna manca di un nulla la porta dalla distanza e al 19' Tartaglia insidioso di testa (con mira alla fine imprecisa). Al 24', quindi, Di Paolantonio si fa notare con un interno destro a effetto che scheggia la traversa. I rossoalabardati scemano nella velocità, pur essendo più muscolari dopo i cambi e le emozioni spariscono con l'unica eccezione del destro (non il suo piede) di Cerci fuori di un nulla al 43'.

 

TRIESTINA 2

AREZZO 2

MARCATORI: p.t. 2' Pinna, 20' Gomez, 26' Pinna; s.t. 11' Gomez (rig.).

TRIESTINA (4-3-1-2): Offredi; Tartaglia, Capela, Lambrughi, Walter Lopez; Calvano (45' s.t. Maracchi), Giorico, Procaccio; Sarno (20' s.t. Rizzo); Mensah (25' s.t. Litteri), Guido Gomez. In panchina: Valentini, Tommaso Rossi, Brivio, Granoche, Rapisarda, Ligi, Andraz Struna, Palmucci. All.: Pillon

AREZZO (5-3-2): Sala; Luciani, Maggioni, Sbraga, Pinna, Serrotti (46' s.t. Soumah), Arini, Di Paolantonio, Karkalis (29' s.t. Ventola); Iacoponi (29' s.t. Cerci), Perez (17' s.t. Piu). In panchina Melgrati, Kodr, Di Grazia, Carletti, Sussi. All.: Stellone

ARBITRO: Bordin di Bassano del Grappa (assistenti di linea Teodori di Fermo e Micalizzi di Palermo; quarto uomo Kumara di Verona).

NOTE Ammoniti Lambrughi, Di Paolantonio, mister Stellone, Maggioni, mister Pillon. Corner 7-2. Partita a porte chiuse (ammesso solo giornalisti, personale medico, raccattapalle, steward e tesserati delle due squadre). Recupero: 1' e 5'.

Letto 48 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli