Domenica, 09 Giugno 2019 22:26

Grande delusione al Rocco, finisce il sogno della Triestina: in serie B ci va il Pisa

Scritto da 
Vota questo articolo
(6 Voti)
A fine gara i giocatori della Triestina presi dalla disperazione A fine gara i giocatori della Triestina presi dalla disperazione

Minuto numero 48 del secondo tempo, il risultato è di 1-1. Procaccio in area avversaria salta il difensore ma va giù.

Il rigore per tutto lo stadio sembra netto. Ma non per il modesto arbitro della contesa. Dal possibile 2-1 e serie B conquistata ai tempi supplementari dove arriva il kappaò. Grande delusione dunque per il popolo alabardato dopo una grande stagione e con l'occasionissima di chiudere i conti in casa in finale contro il Pisa. Vedere al Rocco l'avversaria che festeggia fa davvero male, pianti in campo tra i giocatori e pianti sugli spalti tra i 20000 che sono accorsi a questo evento.

Primo tempo non bello, intenso e con falli tattici. E' combattuto fino al vantaggio ospite. Al 18' buco difensivo degli ospitanti, Marconi è solo, ma una spintarella utile a sbilanciarlo gli fa perdere l'attimo buono. Al 27' lo 0-1: cross dalla sinistra di Di Quinzio, spizzata di Marconi nella parte mancina dell'area e sul primo palo Masucci tocca basso con la punta, mandandola dentro. Poco dopo un altro scontro tra Malomo e Masucci manda ko il centrale difensivo, stop di alcuni minuti e dentro Codromaz (il cui fratello non sale in serie D, visto che il Brian di mister Birtig – in cui milita l'italo/sloveno – vince in Lombardia per 1-0 ma all'andata il Tritium vinse 0-2 a Precenicco). L'Unione accusa il colpo dello svantaggio e gioca male, è bloccata. Al 40' Marin spara alta dal limite pur avendo la visuale giusta. Al 45' Masucci tenta la scivolata da sottomisura ed è impreciso. Un minuto e arriva l'unico tentativo rossoalabardato dei primi 45'. Angolo dalla testa, incornata di Formiconi e mira totalmente sballata. E al 47' Masucci non ci mette forza su un ribattino e manda in bocca al portiere Offredi.

A inizio ripresa subitro dentro Mensah e Maracchi e l'Alabarda ha più fisica ed entra un po' di più in gara, che resta comunque una battaglia tattica (anche e ancora basata su altri falli). Inzuccata alta di Maracchi al 1', mentre Offredi vola a deviare in corner al 7'. Passano 3' e l'arbitro concede un rigore alla formazione di Massimo Pavanel per un tocco di mano. Lo calcia Granoche basso alla destra di Gori ed è 1-1. Palla inattiva per i toscani al 15' e ne viene fuori un colpo di testa insidioso sopra la traversa. Mira nuovamente sfalsata per gli ospiti al 24'. Bella azione locale e tiro centrale di Procaccio al 35', sul rovesciamento di fronte i padroni di casa si fanno infilare facilmente e Lambrughi commette fallo da ultimo uomo per evitare la probabile segnatura. Rosso al capitano e piazzato dal limite sparato incredibilmente alto da Minesso. Dentro allora il centrocampista Bolis e fuori l'azzoppato bomber Granoche. Al 43' Marconi defilato e in caduta incorna sulla parte alta della traversa e al 46' l'undici di mister D'Angelo spreca una punizione, calciandola sul fondo. Al 48' Procaccio va giù in area, il rigore sembra netto, ma l'arbitro non la pensa così. Resta 1-1 e si va ai supplementari.

Appena ripartiti, assist dalla bandierina sinistra da parte nerazzurra, Offredi devia debolmente il conseguente colpo di testa e Marconi la appoggia facilmente dentro da un metro. I giuliani non hanno più lucidità e gli ospitati possono gestirla. Al 9' Formiconi evita il 3-1 in scivolata e all'11' Verna non trova la porta senza sapere come sul servizio al bacio di Di Quinzio.

Nell'ultimo round la Triestina butta il cuore oltre l'ostacolo con la forza della generosità e attacca. Espulso mister al 3', mentre Maracchi non trova lo specchio al 4'. Piazzato centrale di Di Quinzio al 9', poi la Triestina è sbilanciata e il solo Bolis prova a contrastare uno contro tre il contropiede antagonista e Gucher lo capitalizza per l'1-3.

Il tabellino.

TRIESTINA 1
PISA            3

MARCATORE: p.t. 27' Masucci; s.t. 11' Granoche (rig.); p.t.s. 1' Marconi; s.t.s. 10' Gucher.
TRIESTINA (4-4-2): Offredi; Formiconi, Malomo (34' p.t. Codromaz), Lambrughi, Frascatore; Petrella, Steffè, Coletti, Procaccio (1' p.t.s. Beccaro); Granoche (38' s.t. Bolis), Costantino. In panchina Boccanera, Libutti, Pizzul, Gubellini, Hidalgo, Bariti, Messina. All.: Pavanel
PISA (4-3-1-2): Gori; Birindelli (22' s.t. Minesso), De Vitis, Benedetti, Liotti (22' s.t. Verna); Marin, Gucher, Di Quinzio; Meroni (31' s.t. Buschiazzo e 19' p.t.s. Brignani); Marconi, Masucci (32' s.t. Pesenti). In panchina: D'Egidio, Kucich, Masi, Izzillo, Moscardelli, Gamarra, Fischer. All.: D'Angelo
ARBITRO: Sozza di Seregno (assistenti Perrotti di Campobasso e Vono di Soverato, quarto uomo Paterna di Teramo).
NOTE Espulsi Lambrughi per fallo da ultimo uomo (35' s.t.) e mister Pavanel per proteste (3' s.t.s.). Spettatori ventimila. Ammoniti Marconi, Meroni, Mensah, Marin, Masucci, Formiconi, Verna, Coletti. Corner: 7-6 per la Triestina. Recupero: p.t. 4', s.t. 4', p.t.s. 6' (per una mini rissa), s.t.s. 1'.

Letto 79 volte

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna