Mercoledì, 25 Novembre 2020 18:56

La Triestina a Gubbio non tira mai in porta e si segna da sola: altro ko

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)
Doppio giallo per Rizzo a Gubbio Doppio giallo per Rizzo a Gubbio

Quarta sconfitta stagionale per una Triestina incompleta e sottotono complessivamente,

che come a gennaio fa sì che il Gubbio intaschi il successo (questo è il primo stagionale). E sul campo umbro la tradizione negativa continua.

 

Rossoalabardati privi all'ultimo momento dell'unico bomber efficiente al momento, ovvero quel Guido Gomez alle prese con un problemino muscolare durante la fase di riscaldamento pre-partita. E così gioco-forza viene buttato dentro Granoche, reduce dal Coronavirus e non ancora con molta autonomia nelle gambe (tanto da far fatica a tener palla per far salire la sua squadra e venir sostituito a metà match). L'assenza di Gomez pesa forse più delle altre defezioni nell'economia della sfida.

Atteggiamento aggressivo degli eugubini e Unione più dedita alla fase difensiva, anche perchè il pressing grintoso degli umbri mette in difficoltà gli avversari nel cercare di palleggiare e uscire (a partire da Giorico) e solamente nello scorcio conclusivo dei primi 45' i giocatori di Carmine Gautieri provano ad alzarsi per contrastare la manovra antagonista (capace però di uscirne bene e con Pasquato abile a proporsi). All'atto pratico, in ogni caso, i buoni propositi locali portano solo a un paio di cross insidiosi, ma senza conclusioni efficaci. Primo tempo sostanzialmente combattuto e contratto, anche se i locali si fanno preferire per la voglia dimostrata. Al 43', però, contatto molto dubbio in area di rigore di casa tra il portiere Cucchietti e Granoche, che era riuscito a fare una giocata per cercare di fare male e con furbizia sicuramente l'estremo difensore ferma El Diablo.

Alla ripresa delle ostilità gira bene all'Alabarda, nel senso che una rete dell'ex Juanito Gomez – su imbeccata dell'altro ex Pasquato – viene annullata giustamente per fuorigioco al 2'. Triestina più alta e vivace, ma così facendo concede talvolta qualche spazio per le folate del Gubbio. Il pallino, comunque, è maggiormente nelle mani giuliane. La ripresa è più piacevole grazie ai ritmi che sono migliori e il taccuino si colora solamente al 22' per la prima volta per il doppio giallo e la conseguente espulsione di Rizzo. La punizione collegata viene battuta da Pasquato, viene respinta da Offredi, c'è una carambola, la palla probabilmente sarebbe entrata lo stesso, ma c'è anche un tocco di Maracchi e formalmente è autorete. E' un brutto colpo per gli ospitati, al cui cospetto il Gubbio ritrova entusiasmo e coraggio per palleggiare, andando presto vicino al 2-0. Triestina scioltasi e non c'è il miracolo contro un undici di Torrente bravo a gestire il vantaggio, facendo addormentare la situazione. Vanno registrate l'ammonizione a Mensah per un fallo da “arancione” e un destro del mancino Sarno al 93' da non rivedere per quanto sia brutto da posizione super ghiotta da 11 metri circa.

 

Il tabellino.

 

GUBBIO        1

TRIESTINA   0

MARCATORI: st 24'′ Maracchi (aut)

GUBBIO (4-3-1-2): Cucchietti; Munoz, Uggè, Signorini, Ferrini; Malaccari (88′ Sdaigui), Megelaitis, Oukhadda; Pasquato, Gomez, Gerardi (63′ De Silvestro).  A disposizione: Zamarion, Elisei, Migliorelli, Lovisa, Pellegrini, Sorbelli, Gaia.  All.: Vincenzo Torrente

TRIESTINA (4-3-1-2): Offredi; Tartaglia (78′ Rapisarda), Capela, Ligi, Filippini; Rizzo, Giorico (46′ Lodi), Maracchi (78′ Boultam); Petrella (73′ Sarno), Mensah, Granoche (46′ Gatto).  A disposizione: De Luca, Rossi, Brivio, Lambrughi, Butti, Gomez, Palmucci.: All Carmine Gautieri

ARBITRO: Gualtieri (Asti)  ASSISTENTI: Fontemurato (Roma 2) Stringini (Avezzano)  IV UOMO: Perri (Roma 1)

NOTE Pomeriggio soleggiato, terreno di gioco con diverse insidie. Ammoniti: Granoche, Rizzo, Ligi, Tartaglia (Ts), Pasquato (Gu) per gioco falloso. Espulso: Rizzo (Ts) al 23’st per doppia ammonizione. Recupero: 0′ e 4′.

Letto 64 volte Ultima modifica il Mercoledì, 25 Novembre 2020 19:09

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli