Stampa questa pagina
Domenica, 10 Gennaio 2021 19:26

Triestina battuta in casa dal ...solito Fano

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
Una fase della gara Una fase della gara

La Triestina non digerisce proprio il Fano! E così sul tramonto del girone di andata i marchigiani penultimi in classifica

hanno dato un altro dispiacere all'Unione, sbancando di misura il Nereo Rocco pur essendo con l'uomo in meno e pur essendo arrivati nel capoluogo FVG con l'atteggiamento da punto. L'Alabarda ha avuto un maggior possesso-palla, ma è stata lenta nel muoversi. Non ha avuto la brillantezza e la lucidità per aumentare i ritmi contro un avversario più pratico dei locali, aggressivo nel suo genere (l'Alma Juventus non ha una rosa di prima fascia e stenta a segnare) e con un modulo arroccato. Infatti i vincitori hanno schierato tre centrali di retroguardia e due esterni prioritariamente dediti alla fase difensiva. La squadra di Flavio Destro ha tentato anche qualche sortita offensiva, la prima degna di nota al 24' con un tiro teso di poco alto di Barbuti. E la seconda (al netto di un paio di contropiedi senza esito) è valsa il gol decisivo. Una giocata di Lodi ha come effetto una ripartenza ospite, che ha portato Ferrara (entrato con buona verve) a calciare dai 18 metri con un bell'impatto. La conclusione è stata anche toccata da Tartaglia (andato a contrastarlo) e si è infilata sotto il sette all'altezza del secondo palo.

I rossoalabardati, pur non giocando bene, sono riusciti a creare alcune occasioni, non capitalizzate per imprecisione e per l'attenzione del portiere Viscovo. Al 6' incornata clamorosamente fuori dello smarcato Rizzo e al 44' la punizione di Giorico proprio dal limite è andata alta. Il piazzato era scaturito dal fallo da ultimo uomo di Zigrossi sul lanciato Mensah (innescato da Rizzo) con tanto di rosso diretto all'autore dell'intervento scorretto. La ripresa ha avuto dapprima due bei tentativi di Maracchi, il primo fuori di un nulla e il secondo parato bene da Viscovo. E quindi Viscovo si è distinto due volte su Granoche, la prima con una respinta felina su tocco ravvicinato. Ci ha messo pure i pugni su Mensah e un volo plastico su Ligi (peraltro squilli di seconda fascia e non da prima come quelli citati precedentemente). Nel mezzo Tartaglia è stato spinto in area senza vedersi assegnare il rigore. Al 38' altro prodigio di Viscovo in uscita bassa sul solitario Granoche, servito da un retropassaggio di Barbuti. E al 91' una girata di Mensah è stata l'ultima annotazione, capace di far andare Viscovo ancora a mangiare l'erba (meno ghiotta di quella di Granoche ma potenzialmente sempre foriera di una minaccia). Il tutto tralasciando un tentativo a testa di Boultam e Calvano senza l'efficacia tale di creare reali grattacapi al portiere di fuorivia.

 

Il tabellino.


TRIESTINA  0

A.J. FANO    1

MARCATORE: st 29′ Ferrara (deviazione di Tartaglia)

TRIESTINA (4-3-1-2): Offredi; Rapisarda, Capela (24′ Tartaglia), Ligi, Brivio; Rizzo (64′ Calvano), Giorico (85′ Sarno), Maracchi (64′ Petrella), Boultam (64′ Lodi); Granoche, Mensah.  A disposizione: Valentini, De Luca, Filippini, Procaccio, Butti, Gomez, Palmucci.  All.: Pillon

A.J. FANO (3-5-1-1): Viscovo; Zigrossi, Bruno, Brero; Paolini, Amadio, Parlati (45′ p.t. Marino), Carpani, Monti; Nepi (1' s.t. Ferrara), Barbuti.  A disposizione: Santarelli, Meli, Isacco, Baldini, Di Sabatino, Scimia, Mainardi, Martella, Rillo, Longo.  All.: Destro

ARBITRO: Pascarella di Nocera Inferiore. Assistenti di linea: Tomasello Andulajevic (Messina) Tinello (Rovigo). Quarto uomo: Rinaldi (Bassano del Grappa)

NOTE Espulso: Zigrossi (Fan) al 44' p.t. per fallo da ultimo uomo. Ammoniti: Capela, Mensah, Giorico, Viscovo. Recupero: 3′ e 5'. Partita a porte chiuse (ammessi solamente i giornalisti). Corner 8-2. Pomeriggio gelido con forti folate di vento, terreno di gioco in buone condizioni.

Letto 30 volte
vicedirettore

Ultimi da vicedirettore

Articoli correlati (da tag)