Domenica, 24 Gennaio 2021 16:12

Triestina battuta nuovamente dal Matelica, il futuro è preoccupante

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)
Una fase della gara d'andata Una fase della gara d'andata

Forse sarà il caso di rassegnarsi. Il 2021 è iniziato malissimo per la Triestina

che in tre partite ha racimolato appena un punto vedendo così la vetta lontana ben 11 punti con 9 squadre sopra di lei. A meno di eventi clamorosi quindi l'Unione dovrà cercare di arrivare in serie B tramite i play-off anche se con le prestazioni che sta facendo vedere non c'è da essere molto ottimisti.

Che il Matelica diventi il “nuovo Fano” per la Triestina? Due vittorie su due per la bella matricola nei confronti diretti stagionali con la formazione di mister Pillon al secondo stop nelle ultime tre gare (sette le sconfitte in campionato). Il calcio è veramente fatto di episodi e cinismo in certe gare e l'Alabarda ne sa qualcosa. Nel primo tempo è partita bene sia come prestazione sia come palle-gol. La prima al 3': il tentativo del rientrante Guido Gomez è stato deviato fuori a fil di palo. Poi al 18' Procaccio – anche lui titolare dopo tanti mesi out – ha preso palla sul lato sinistro dell'area e ha calciato a giro di destro con la palla a colpire in pieno il secondo palo. Al 23', quindi, una chance per i marchigiani. Conclusione di Volpicelli, respinta di Valentini (titolare con la maglia giuliana dopo due anni causa lombalgia all'ultimo di Offredi) e tap-in incredibilmente fuori di Leonetti (probabilmente in fuorigioco). Ed ecco allora l'uno-due locale. Al 25' liscio difensivo dei rossoalabardati e gol di Leonetti arrivato a rimorchio. Al 35' il 2-0 su incornata di Magri su corner (con Calvano a cui non è riuscita la respinta sulla linea). Niente altri sussulti nel finale di frazione.

Nella ripresa la sempre incompleta Unione è stata più pressante con continuità su un campo sempre più pesante a Macerata, dove la Triestina non giocava da 20 anni. Nella prima azione post-pausa il 2-1 con Guido Gomez a capitalizzare di petto una giocata di Mensah. Gli attacchi ospiti hanno visto....il Matelica fare il 3-1 con un gran bel tiro della domenica al 25' di Moretti (destro da 25 metri nell'angolino). Al 29' e il 34' ci sono due interventi in due tempi per il portiere di casa Cardinali, il primo su zampata di Guido Gomez e il secondo ad anticipare il possibile tap-in dello stesso bomber avversario. Il successivo e ultimo scossone al 40', quando viene dato un rigore a Maracchi. Proteste locali, palla al Diablo e trasformazione al 41' a eludere il tuffo di Cardinali. Sogni triestini riaccesi, ma niente 3-3 fino al 49'.....ora sotto con il Cesena sabato 30/01 alle ore 15 al Nereo Rocco.

 

Il tabellino.

 

MATELICA   3

TRIESTINA  2

MARCATORI: p.t. 25′ Leonetti, 34′ Magri; s.t. 1' Gomez, 20′ Moretti, 41′ Granoche (rig.).

MATELICA (4-3-3): Cardinali; Tofanari, De Santis, Magri, Di Renzo; Balestrero, Bordo, Calcagni (71′ Pizzutelli); Volpicelli (55′ Zigrossi), Leonetti (83′ Franchi), Moretti (83′ Alberti).  A disposizione: Martorel, Puddu, Fracassini, Barbarossa, Santamarianova, Baraboglia, Peroni, Ruani.  All. Gianluca Colavitto

TRIESTINA (4-3-1-2): Valentini; Rapisarda (82′ Granoche), Tartaglia, Ligi, Filippini; Maracchi, Calvano, Procaccio (59′ Petrella), Boultam (66′ Sarno); Gomez, Mensah.  A disposizione: Offredi, De Luca, Brivio, Lambrughi, Butti, Struna, Palmucci, Cavaliere.  All. Giuseppe Pillon

ARBITRO: Frascaro (Firenze); assistenti: Vitali (Brescia) e Salvalaglio (Legnano); IV uomo Galipò (Firenze)

NOTE Pomeriggio non freddo ma con pioggia battente, terreno di gioco molto pesante. Ammoniti: Procaccio, Calvano, Tartaglia, Granoche, Calcagni. Recupero: 1′ e 4′.

 

Letto 96 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli