Sabato, 01 Settembre 2018 08:35

Festa dell'Orgoglio Alabardato, passerella di ospiti

Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)

Aperte le danze allo stadio Nereo Rocco per la tre giorni della Festa dell'Orgoglio Alabardato

con la passerella di ospiti quale il presidente della FVG Massimiliano Fedriga (scortato dal suo assistente Demetrio Damiani), l'assessore regionale alle autonomie Pierpaolo Roberti (che ha richiesto a gran voce che venga risolto il problema dei campi d'allenamento per la Triestina, dando fine finalmente alla situazione di emergenza ancora in corso), il sindaco Roberto Dipiazza con il suo vice Paolo Polidori e con il capo dell'ufficio stampa comunale Vittorio Sgueglia Della Marra, l'assessore comunale Giorgio Rossi (fischiato al punto da non riuscire ad abbozzare un saluto al microfono), il sindaco di Monfalcone Anna Maria Cisint (scortata dal compagno baskettaro – e non solo – Alberto Tonut) e Giuseppe Lo Duca (giocatore delle giovanili della Triestina per sette anni all'epoca), al quale l'amministratore unico rossoalabardato Mauro Milanese ha consegnato un assegno di supporto per la Pallamano Trieste. “Quando ero ragazzo, andavo a vedere sia la Triestina che il basket (inteso come Pallacanestro Trieste, ndr) e la pallamano – ha affermato l'ex terzino sinistro professionista – ed era bello passare così i fine settimana”. E tra un coro e l'altro dei tifosi – istruiti dai capi della Curva Furlan – ha preso la parola anche Sergio Marassi (presidente del centro di coordinamento): “Sappiamo benissimo come sono stati gli ultimi anni, ora si spera che finalmente le cose vadano per il meglio e che arrivino tanti benefici dall'operato di Mario Biasin e Mauro Milanese. Sui social se ne leggono tante, ma bisogna restare uniti anche perchè lo stadio sta diventando molto bello”.

E mentre il tecnico della prima squadra Massimo Pavanel ha elogiato il supporto dei fans e ha indicato quale primo obiettivo il creare una squadra battagliera (per sognare un risultato agognato da molte altre squadre attrezzate), il neo mister della squadra Berretti Nicola Princivallo ha avuto modo di dire: “E' passato tanto tempo da quando ho fatto il salto dalle giovanili, credo 20 anni. Sono contento di questa nuova esperienza, che rientra nell'ottica di portare avanti il vivaio in generale e riuscire a rendere pronto qualche ragazzo per indossare i colori rossoalabardati della prima squadra. Bisogna lavorare a tempo pieno per riuscirci, la parola giusta per far crescere la società è identità. Ci sono degli allenatori bravi e i giusti investimenti per farlo”.

Sul versante femminile l'allenatrice Francesca Ruzic: “C'è la volontà di non nascondersi, il gruppo è competitivo ma sarà il campo a dare le sentenze. Ci sono comunque entusiasmo e voglia e perciò speriamo che ci siano dei buoni risultati”. E l'altro trainer Roberto Alessio: “Ho ricevuto energie positive, che avevo avuto solo oltre-oceano. Sono contento di aver trovato un ambiente così”. Parola anche alla neo dirigente Cristina Fumis: “Dobbiamo ringraziare Romina e Mauro Milanese per il supporto nonché i presidenti Andrea Bragat e Mario Biasin per aver reso possibile la fusione tra Triestina e Polisportiva San Marco. Un grazie anche agli elementi che si sono aggregati e allo staff tecnico-dirigenziale, che è veramente super. Le basi per lavorare ci sono insomma”.

Letto 147 volte

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna