Giovedì, 13 Aprile 2017 21:27

Triestina, la situazione: pericoli da tutta Italia, Bisceglie in primis

Scritto da 
Vota questo articolo
(4 Voti)

A tre giornate dalla fine del campionato della serie D il pareggio

 

della Triestina allo stadio Baracca dice che il Mestre è in Lega Pro. Non ancora matematicamente perché gli mancano due punti. Ma naturalmente non ci saranno problemi, perché ipotizzare tre sconfitte in altrettante gare (Vigasio, Abano e Vigontina) o due kappaò e un pareggio è fantacalcio. Oltretutto la Triestina dovrebbe battere contemporaneamente Montebelluna, Campodarsego e Vecomp. Mettiamoci dunque una pietra sopra e pensiamo ai play-off. Alabarda seconda matematicamente avendo dieci lunghezze di vantaggio sul Campodarsego terzo. La classifica del girone C per le prime piazze è la seguente: Mestre 76; Triestina 68; Campodarsego 58; Vecomp 50; Abano 49; Arzignano, Belluno 43.

In questo turno pesantissime vittorie della Vecomp contro l’Arzignano (3-2) e dell’Abano contro il Tamai (1-0). A meno dunque di clamorose sorprese le quattro compagini che accederanno ai play-off sono già stabilite. La Triestina affronterà in casa la quinta classificata, la lotta è tra Vecomp e Abano. Quella che si classificherà peggio scenderà dunque a Valmaura nel primo turno. In caso di affermazione triestina la settimana seguente ci sarà la finale, sempre al Rocco, contro la vincente dell’altra contesa. Vista la graduatoria la Triestina avrà in entrambi i casi la possibilità di giocare per due risultati su tre. Se al termine degli eventuali tempi supplementari permanesse un risultato di parità, la vittoria andrà alla compagine di Andreucci.

Va ricordato che al termine dei play-off le squadre vincenti i nove gironi verranno classificate in base ai punti conseguiti nel campionato. Sarà di vitale importanza pertanto finire come miglior seconda d’Italia. In caso di probabili ripescaggi questa sarà la classifica che verrebbe presa in considerazione. E allora ecco la graduatoria delle seconde dei nove gironi allo stato attuale:  Triestina 68; Ciliverghe 67; Bisceglie 65; Rieti e Monterosi 64; Cavese 60; Imolese, Savona 59; Borgosesia, Varese 57; Matelica 54. I recenti pareggi alabardati contro Vigontina, Belluno, Abano e Mestre stanno complicando il cammino alla stessa Unione. Per non rischiare il primo posto servirebbe un percorso netto nelle ultime tre sfide. Ma non sarà facile. Soprattutto perché il coefficiente del Bisceglie potrebbe aumentare scavalcando gli alabardati in caso di qualificazione alla finale di Coppa Italia.

Letto 268 volte Ultima modifica il Venerdì, 14 Aprile 2017 13:06

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna