Lunedì, 30 Settembre 2013 22:35

La Terza di mister Gasperutti: "Approccio sbagliato del Primorje"

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Bruno Gasperutti Bruno Gasperutti

Seconda giornata del Campionato di III Categoria con alcuni risultati imprevedibili.

Intanto la vittoria dell’Audax nel big match della giornata contro il Primorje. Non è tanto sorprendente la vittoria che ci può stare, viste le mire dell’Audax di vittoria finale, quanto il punteggio e la sicurezza dei vincitori che una volta passati in vantaggio, hanno controllato la gara e che continuano a non subire reti. Oramai sono 5 gare senza gol al passivo (3 di coppa e 2 di campionato). Il Primorje forse ha sbagliato l’approccio alla gara; troppo sicuro della sua forza ha forse sottovalutato una squadra che sa il fatto suo e che alla fine ha vinto meritatamente.

Una mezza sorpresa, il pareggio interno del Gaja contro un Lucinico che è comunque una squadra solida e pericolosa. Il Gaja ha fatto possesso palla, ma non è riuscito a creare tante occasioni da rete. L’attacco dei carsolini non aveva brillato neanche lo scorso anno per prolificità, ma in settimana è arrivato a rinforzarlo Metz che ha anche esordito negli ultimi minuti e che saprà sicuramente dare una grossa mano.

Bene ha fatto anche il Mladost che ha sconfitto il Fiumicello con una rete su punizione di Ferletic a metà del primo tempo. Poi nella ripresa il Fiumicello è rimasto in 10 e Bressan ha anche sbagliato un rigore; una vittoria meritata che proietta i rossoblù in vetta alla classifica assieme all’Audax. 

Pareggio senza reti tra Ruda e Poggio e anche qui ci si aspettava forse un risultato diverso, visto che il Ruda nel turno precedente aveva vinto con sicurezza in trasferta ad Opicina, mentre il Poggio era stato sconfitto in casa con un secco 2 a 0. Invece il Poggio è stato bravo ad imporre un pareggio senza reti, resistendo fino alla fine. Pirotecnico il pareggio nel derby triestino tra CGS e Opicina. Passato in svantaggio nel I° tempo gol di Franforte per l’Opicina, il CGS è riuscito a capovolgere il risultato con un rapido uno-due nei primi  minuti della ripresa di Babic e Riosa. L’Opicina non si è dato per vinto ed è riuscito a pareggiare con Coppola, ma nel breve spazio di pochi minuti, ha subito il rigore di G.Pase e l’espulsione di Franforte. Il destino della gara sembrava segnato, ma a 10’ dal termine Tonini trovava il parggio e la squadra non si faceva più superare. Per il CGS è il secondo 3 a 3, trova con facilità la via della rete, ma evidentemente la difesa è ancora da registrare, per poter puntare alle prime posizioni.

Infine la prima vittoria del Chiarbola sul suo campo di Opicina contro uno Staranzano per nulla dimesso e pericoloso. Il Chiarbola ha controllato i primi 45 andando vicino al gol in alcune occasioni come quando Labbate ha colto la traversa e Rebez ha mancato il tap-in a porta sguarnita e quando il bravissimo portiere monfalconese Fici ha veramente tolto dall’incrocio con un volo fantastico un altro tiro di Labbate. Per lo Staranzano una pericolosa puntata di Denaro sopra la traversa di poco. Nella ripresa i triestini cercano di nuovo,  masochisticamente di perdere la partita e Clarich si fa espellere per doppia ammonizione, per un ingenuo fallo di mano a metà campo. Chiarbola in 10 per la seconda volta, ma che comunque non arretra e fa la partita. Al ’65 Rebez entra pericolosamente di in area ed è ingenuamente spinto alle spalle da Stefanuzzi. Rigore che Ligotti trasforma nonostante il portiere in tuffo riesca a deviarlo sul palo, ma senza impedire al pallone di entrare. Poi i triestini si sono difesi, anche se i monfalconesi non hanno creato granchè salvo qualche mischia e un pericoloso contropiede terminato con un diagonale a fil di palo.

                                                                            Bruno Gasperutti, allenatore del Chiarbola

Letto 770 volte

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna