Martedì, 08 Ottobre 2013 13:29

La Terza di mister Gasperutti: "Ruda tra le favorite. A sorpresa larga vittoria dell'Opicina"

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Bruno Gasperutti Bruno Gasperutti

Terza giornata di campionato e il Ruda approfittando della giornata di riposo imposta dal calendario all'Audax, conquista il primato in classifica.

E' una sorpresa relativa, perchè il Ruda sicuramente sarà tra le protagoniste del campionato. Stavolta è andato a vincere in casa del Fiumicello e lo ha fatto da squadra che sa quello che vuole: ha segnato il suo gol a metà frazione, poi lo ha difeso con sicurezza, tenendo in apprensione col contropiede i padroni di casa. Da segnalare che non hanno ancora subito gol. Il Mladost che era a punteggio pieno, è stato invece sconfitto a Staranzano da una squadra  da non sottovalutare. Sotto di un gol e con un uomo in meno per l'espulsione di Kogoj, il Mladost ha  raggiunto il pareggio su rigore a metà ripresa, ma poi ha subito la rete della vittoria dei monfalconesi non riuscendo nelle battute finali a raggiungere nuovamente quel pareggio che forse avrebbe meritato.

Una sorpresa la larga vittoria dell'Opicina sul Gaja che è sempre stata squadra tosta e combattiva, non troppo prolifica ma sicuramente attrezzata in difesa. La giovane squadra gialloblù  si sta ambientando nella nuova categoria e dimostra di essere molto prolifica; andata in vantaggio su rigore nella prima frazione con Tonini, ha segnato altre due reti nei primi '25 della ripresa con Tonini e Fronda. La reazione dei carsolini in cattiva giornata, ha portato alla rete di Milic, ma nel recupero, quando oramai il risultato era compromesso, hanno subito ancora altre due segnature di Blason che hanno reso molto pesante il passivo.

Molto combattuta la gara tra Poggio e CGS, vinta un po' a sorpresa dai bisiachi. Il CGS che aveva fatto  molto bene lo scorso anno, sono partiti un po' in sordina con due pareggi e ora questa sconfitta un po' inattesa, li costringe già ad inseguire il chè, in un campionato così corto, è sempre difficile. Sotto di una rete fin dal '12, ha sofferto su un campo piuttosto malridotto cercando di recuperare il risultato, ma alla fine ha dovuto soccombere. Il Lucinico ha avuto ragione di un combattivo Villanova, che ha subito la terza sconfitta consecutiva, ma anche i goriziani tutt'ora imbattuti, sapranno farsi valere durante la stagione e le zone alte della classifica non le sono assolutamente precluse.

Il derby tra Primorje e Chiarbola è stato combattutissimo e incerto fino alla fine. L'ha spuntata il Chiarbola, più bravo a concretizzare le occasioni da gol. Il primo tempo ha visto il Primorje fare la partita col Chiarbola attento a non scoprirsi, ma al '35 proprio su un contropiede va via di potenza Castiglione che porge al libero Danieli la facile palla del tap-in. Il Chiarbola reagisce e riesce a pareggiare prima della fine  del tempo al '43 con un colpo di testa di Norante sugli sviluppi di una punizione. Nella ripresa il Primorje che vuole assolutamente la vittoria visto il passo falso della domenica prima, si getta all'attacco  con generosità scoprendosi però ai contropiede molto pericolosi degli azzurri. Il portiere Ranieri esce alla ribalta con una parata eccezionale su girata dal dischetto di Castiglione, poi ancora il portiere esce su Castiglione lanciato ribattendogli il tiro. Il Primorje è molto forte e forse troppo sicuro e si scopre. Al '76 Norante s'invola solo e tira fuori di poco in diagonale, è un campanello d'allarme. Al '77 Saule di testa sfiora la traversa su cross di Gavagnin. Al '38 altra incursione di Saule che fredda il portiere in uscita. Il Primorje si getta allora a copo morto in avanti ma all'86 Iavarone solo davanti al portiere manca il raddoppio tirandogli addosso dopo una bella azione personale. Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto vista la forza del Primorje e il volume di gioco svolto, ma il Chiarbola ha fatto la sua partita e alla fine non ha rubato nulla, visto che il risultato se l'è guadagnato sul campo senza aiutini.

                                                              Bruno Gasperutti, allenatore del Chiarbola

Letto 732 volte

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna