Stampa questa pagina
Venerdì, 24 Giugno 2022 23:05

Paolo Condò premiato in Regione: "I giovani giornalisti devono investire su se stessi"

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
Paolo Condò Paolo Condò

Il giornalista Paolo Condò è stato l’ospite d’onore – in quanto vincitore del premio parallelo all’edizione 2002 del camp –

della presentazione di Campionissimi. Ed è andato a ruota libera…“Una volta arrivare alla fonte delle notizie era un problema, ora ce ne sono troppe e bisogna capire quali sono vere…Tra l’altro adesso si è giornalisti a 360 gradi e il lavoro si sovrappone a quello della comunicazione. Dico perciò ai giovani di investire su se stessi e di non pensare ai contratti nei giornali, nelle TV o nei siti. Andate in giro, soprattutto all’estero e così potete conoscere il più possibile e capirete anche se saprete vendere il vostro prodotto. Negli Stati Uniti ormai si è free-lance in modo perenne….Un’impressione su quanto successo sulla Triestina? La morte di Mario Biasin è stato un grandissimo dispiacere di per sé, al di là dei riflessi calcistici. Avevo seguito la finale dei play-off con il Pisa e ci avevo sperato veramente, per questo ovviamente l’esito mi fece arrabbiare. E quello penso sia stato uno switch di svolta per gli anni successivi e su come sarebbero arrivati. Infatti non sono stati fortunati. Sono convinto, che una società debba investire sulle giovanili per avere un futuro e quindi pure la Triestina, che tra l’altro deve essere un punto di riferimento per i ragazzi emergenti. Devono passare per l’Unione prima di lasciare la città. Purtroppo so, che ci sono ancora dei problemi nei rapporti tra la Triestina e delle società locali. Per me è incredibile, che un Petagna di turno se ne vada senza giocare con l’Alabarda! E mi fa arrabbiare pensare, che formazioni come il Carpi e il Sassuolo siano arrivate in serie A e che la Triestina non ci riesca…Tutti mi dicono di essere obiettivo nel commentare le partite, ma sono tifoso della Triestina e perciò le commento senza essere di parte. Quando la Triestina sarà in serie A, sarò fazioso anch’io! Ma chissà se sarà prima messo a posto il porto vecchio o se la Triestina giocherà in A…le città con affacci sul mare attraggono gli investitori e già così abbiamo segnali ultimamente, che a Trieste stanno arrivando degli investimenti. Gianluca Di Marzio mi ha parlato subito dei nuovi proprietari rossoalabardati, mi ha rassicurato. Sono giovani e in gamba, hanno idee e finora hanno mostrato solidità”.

 

Così l’assessore regionale Pierpaolo Roberti: “E’ un onore ospitare questo premio ed essere vicini a Campionissimi. Provo emozione e orgoglio nell’avere Paolo Condò quale premiato, anche perché a sua volta Paolo prova orgoglio nel portare in giro la sua triestinità. Sulla curiosità di Condò sulla situazione in porto vecchio, posso dire che i lavori vanno avanti ed effettivamente gli imprenditori iniziano a guardarci. Basta pensare all’acquisto della Triestina, maturata a seguito di un evento improvviso e dopo uno studio pianificato e voluto da tempo. Un grande in bocca al lupo a Campionissimi”.

 

 

E a chiudere il tavolo dei relatori è stato Matteo Medani addetto stampa dell’associazione Promoturismo Alpe Adria (peraltro già attivo “nell’interfacciarsi” con il concittadino Condò): “L’istituzione di questo premio è la novità legata alla presentazione del camp Campionissimi. Lo abbiamo voluto destinare a Paolo Condò, che è riuscito a fare successo e carriera con le sue esperienze alla Gazzetta dello Sport, a Repubblica e a Sky. L’edizione 2022 di Campionissimi inizierà il 4 luglio e durerà fino al 5 agosto. Si terrà sul campo del San Giovanni in viale Sanzio dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17 e anche questa volta avremo degli ospiti come da tradizione, visto che negli anni ci sono venuti a trovare ad esempio De Falco, Ascagni. Godeas, Pobega e Hubner….”.

Letto 118 volte
vicedirettore

Ultimi da vicedirettore

Articoli correlati (da tag)