Venerdì, 19 Luglio 2019 12:25

Premiati dal sindaco l'arbitro Giacomelli e le "orchette"

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
La targa consegnata a Piero Giacomelli La targa consegnata a Piero Giacomelli

Parterre d’eccezione nel Salotto Azzurro del Municipio per il conferimento di una targa a Piero Giacomelli, triestino, classe ’77,

considerato uno degli arbitri più capaci del panorama italiano “per la significativa attività svolta in ambito nazionale a livello sportivo” da parte del Sindaco Roberto Dipiazza assieme all’Assessore allo Sport Giorgio Rossi e ai Servizi Generali Lorenzo Giorgi.Presenti Gerardo D’Auria, Presidente AIA Trieste con il Vicepresidente Davor Blaskovic, Roberto Cheber, Segretario FIGCI, Ernesto Mari, dirigente CONI, Ezio Peruzzo, Presidente dell’ASD San Luigi Calcio con il direttore sportivo Maurizio Cespa, Mauro Milanese, Amministratore Unico Triestina Calcio, Marcella Skabar, presidente della sezione triestina dell'Associazione nazionale atleti Olimpici e Azzurri d'Italia.
Il Sindaco che ha sottolineato che è la prima volta che questa categoria viene premiata dal Comune, ha rivolto a Giacomelli parole di elogio “per essersi distinto quale arbitro di eccellente valore, che saputo rendere onore e rappresentare Trieste ai massimi livelli, sia in ambito nazionale che internazionale. Sei il nostro orgoglio”.
“Un grazie a Giacomelli che dà grande lustro alla nostra città vantando una carriera straordinaria e al quale auguriamo sia costellata ancora da innumerevoli brillanti successi”.
Emozione e contentezza sono state espresse da Giacomelli che ritirando la targa dalle mani del Sindaco Dipiazza e dall’Assessore Rossi, ha ribadito che la passione e l’impegno per il suo lavoro continueranno senza mai dimenticare il grande affettuoso legame con la sua Trieste e l’orgoglio di portare alto il suo nome”.
Arbitro effettivo dall'età di 15 anni, Giacomelli fa il suo debutto assoluto nel 1992. Appartiene alla Sezione AIA(Associazione Italiana Arbitri) di Trieste, sua città natale, di cui è stato anche Presidente. Dopo due anni di Eccellenza, nel 2004 viene promosso in C.A.N. (Commissione Arbitri Nazionale) D e successivamente in C.A.N. C nell'estate del 2007. In questa categoria colleziona tre anni di permanenza e il 1º luglio 2010 ottiene il passaggio alla C.A.N. B. La Cittadella-Portogruaro, disputatasi il 22 agosto dello stesso anno e terminata 2-0 per i padroni di casa, rappresenta il suo esordio in Serie B. Nei mesi successivi raggiunge anche il meritato esordio in Serie A. Nella stagione sportiva 2013-2014 ha diretto 39 partite in Serie B. Nel 2012 è promosso in serie A.A fine stagione 2018-2019 ha diretto un totale di 119 partite in serie A.


“LE MITICHE ORCHETTE” DELLA PALLANUOTO TRIESTE PREMIATE DAL SINDACO DIPIAZZA E DALL’ASSESSORE ROSSI A PALAZZO GOPCEVICH PER LA CONQUISTA DELLA SERIE A1 FEMMINILE

Festosa cerimonia di premiazione a Palazzo Gopcevich, alla presenza del Sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, dell’Assessore allo Sport Giorgio Rossi e del presidente Enrico Samer, della squadra femminile della Pallanuoto Trieste dopo la vittoria nella gara-2 di finale play-off (netto 7-16), sul campo dell’Acquachiara, con la promozione in serie A1 femminile.
“E’ un grandissimo successo in campo agonistico sportivo che grazie all’impegno delle Orchette fa onore a Trieste, già designata città più sportiva d’Italia e che sta attraversando un momento straordinario di sviluppo – ha affermato il Sindaco Dipiazza –. Una promozione che ci riempe di orgoglio anche alla luce de dei notevoli sforzi compiuti per la realizzazione del Polo Natatorio, del Palazzetto dello Sport, e le recenti riqualificazioni di alto livello allo Stadio Rocco per la Uefa, del Grezar, dell’impianto sportivo Draghicchio. Augurandovi ancora splendidi risultati, rivolgo un caloroso ringraziamento al Presidente Samer e al suo staff per la lodevolissima dedizione e passione nel far crescere la Pallanuoto Trieste”.
“Fate onore a tutto il mondo femminile che anche nello sport sta dimostrando di affermarsi ai massimi livelli in varie discipline – ha sottolineato l’Assessore Rossi -. La neopromozione delle Orchette è l’inizio di una grande avventura e la realizzazione di un grande sogno che premia il lavoro della squadra e di tutta la Pallanuoto Trieste”.
“È un risultato storico per tutto lo sport triestino – ha detto il presidente Enrico Samer - mai una squadra della nostra città era arrivata così in alto nella waterpolo femminile. Un successo insperato e mi auguro che ciò avvenga anche per la squadra maschile. Attualmente in Italia sono sole due le società di pallanuoto dotate di squadre femminili e maschili, la Pallanuoto Trieste e la fiorentina “Florentia””.
Sono state quindi premiate con la medaglia nominativa del Comune – coniata appositamente per l’occasione – ognuna delle tredici Orchette che hanno giocato la finale, mentre una targa “per l’impegno con cui ha portato ai massimi vertici nazionali la Pallanuoto Trieste” è stata consegnata all’allenatrice Ilaria Colautti e quindi a Giulio Torlo, membro dello staff dirigenziale, nonchè al Capitano della squadra, Francesca Ratelli, con la dicitura: “Alle mitiche Orchette ascese come stelle splendenti nel firmamento della Serie A1”.

 

Letto 51 volte

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna