Sabato, 09 Giugno 2018 09:25

Un Goal per la Salute, a Coverciano anche le triestine Ferfoglia e Tikic

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)
Da dx Ferfoglia Maureen, Tikic Martina, Santamaria Luisa, Dobetti Solange e Iavarone Sara Da dx Ferfoglia Maureen, Tikic Martina, Santamaria Luisa, Dobetti Solange e Iavarone Sara

I Centri Territoriali Federali di Casalnuovo di Napoli, Parabita (Lecce) e San Giorgio di Nogaro (Udine) sono i vincitori

dell’edizione 2017/2018 di “Un Goal per la Salute”. Nel gruppo udinese ci sono anche le triestine Maureen Ferfoglia e Martina Tikic.

La commissione, presieduta dal presidente della Commissione Antidoping e Tutela della Salute della FIGC Carlo Sica, ha analizzato in data odierna i video dei 30 partecipanti al progetto ed ha quindi scelto i tre migliori che saranno premiati martedì 19 giugno a Coverciano nel corso della giornata conclusiva.

La realizzazione del progetto, promosso dalla FIGC con il patrocinio e il supporto operativo del Comitato Italiano per l’UNICEF, ha come obiettivo quello di informare e formare con una campagna di prevenzione gli adolescenti per promuovere una cultura di educazione alla salute e al rispetto delle regole, educare ai valori dello sport, del vivere sano e alla lotta al doping, e prevede il coinvolgimento di tutti i CFT che intendono rappresentare il polo territoriale di eccellenza per la valorizzazione e la formazione tecnico-sportiva di circa 20 mila giovani calciatori e calciatrici di età compresa tra i 12 e i 15 anni.

L’iniziativa, giunta alla terza edizione, si è sviluppata attraverso una serie di incontri tra ottobre 2017 e marzo 2018 con i ragazzi e i partecipanti all’attività del singolo Centro durante i quali sono state affrontate una serie di tematiche relative al doping, all’educazione alimentare, all’approccio all’agonismo sportivo.”

Orgogliosi di voi e del vs impegno costante sia nei gruppi del CFT, che con le squadre della ns società. Siamo probabilmente la società con il maggior numero di bambine/ ragazze praticanti questo sport. Siamo certi che altre si aggregheranno, visto anche il recentissimo successo della ns nazionale femminile, capitanata da Sara Gama, una triestina cresciuta in un vivaio cittadino. L’obiettivo è avere una squadra giovanile di sole ragazze, con cui competere in un campionato giovanile provinciale, per ora.

 

fonte FIGC SGS

Letto 73 volte

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna