Stampa questa pagina
Sabato, 23 Aprile 2011 13:10

Bari in crisi economica. A rischio l'iscrizione nel prossimo campionato

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Lo stadio San Nicola, teatro delle gesta casalinghe del Bari Lo stadio San Nicola, teatro delle gesta casalinghe del Bari
Sono giorni di angosciosa attesa quelli che si vivono
nel capoluogo pugliese sul futuro societario del blasone biancorosso. In attesa di una prima data fatidica indicata in Mercoledì 20 Aprile 2011 (giorno nel quale la cordata di imprenditori locali capitanata dalla De Gennaro Costruzioni e completata dai Ladisa e dai Guastamacchia scioglierà la propria riserva circa un ingresso in società affiancando i Matarrese) ne seguirà una seconda indicata nel 15 Maggio.
Entro questa data dovranno essere pagati gli stipendi ai calciatori relativi al trimestre Gennaio-Marzo 2011. Una scadenza che rischia di non essere onorata per la permanente situazione debitoria in cui versano le casse biancorosse e per alimentare le quali resterà insufficiente la ricapitalizzazione aggiornata al Giugno 2010 faticosa, per mantenere in piedi la carovana di Via Torrebella comprendente oltre ai dipendenti e alla prima squadra anche il settore giovanile.
Come se non bastasse, a 'piovere sul bagnato' ha contribuito anche il pignoramento deliberato dalla giunta comunale di Bari per il mancato pagamento dei tributi comunali risalenti alla gestione del "Della Vittoria" e del primo ventennio del San Nicola. Dinnanzi a questo quadro è a rischio anche la permanenza dei galletti fra i cadetti, in attesa che la stessa venga sancita dalla condanna matematica. Qualora ciò dovesse verificarsi la Lega Pro sarebbe dietro l'angolo, poichè, salvo le scritture arzigogolate dei regolamenti federali, una società retrocessa dalla A alla B potrebbe richiedere l'iscrizione alla Prima divisione del torneo sopramenzionato. Paventarne la Seconda divisione è eccessivo, anche se per l'aria che tira in Via Torrebella questo rischio non sarebbe da sottovalutare.
Se nei prossimi giorni la fumata sarà nerà, e nel frattempo non si saranno avvicinati altri acquirenti con delle proposte serie e convincenti, e se al timone della nave resteranno ancora sia pure faticosamente i Matarrese, i Kennedy di Puglia lavorerebbero già per un tecnico di categoria. Il ballottaggio è fra Lello Sciannimanico (un ritorno, il suo, dopo l'esperienza a Barletta) e Aldo Papagni, reduce dalla panchina dell'Andria Bat. I due tecnici sono stati intravisti in tribuna durante Bari-Catania dello scorso 10 Aprile. Quanto al parco calciatori si attingerà, anche qui, dai prodotti della categoria, con un occhio particolare rivolto ai Rana, ai Bellomo e ad altre giovani promesse del vivaio biancorosso emigrate calcisticamente nella Prima e Seconda Divisione della Lega Pro. Auspicando che questo disegno venga smentito dalla felice conclusione delle trattative, al peggio, in Via Torrebella, si è già posto,anche se parzialmente, rimedio.
 
Letto 825 volte
vicedirettore

Ultimi da vicedirettore

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna