Giovedì, 15 Novembre 2018 14:05

Gasperutti e la storia della Triestina, nel 1938 in corsa per lo scudetto sino in fondo

Scritto da 
Vota questo articolo
(5 Voti)
Trevisan preceduto dal portiere del Livorno, nell'unica sconfitta casalinga della stagione Trevisan preceduto dal portiere del Livorno, nell'unica sconfitta casalinga della stagione

Tra i tutti i campionati dell'Unione nella serie A, quello rimasto nella memoria dei tifosi per il piazzamento finale conseguito,

è quello del 1947-48 in cui è arrivata seconda alle spalle del “grande” Torino, ma in quell'anno la squadra non è stata mai stata in corsa per lo scudetto, come invece lo è stata nel campionato 1937/38.

1937/38 - 9^ puntata

Dopo alcuni anni in cui la squadra aveva ottenuto grossi risultati piazzandosi sempre a ridosso delle grandi, la dirigenza in questa stagione decise un ringiovanimento dei quadri per lanciare alcuni giovani che il fiorente vivaio sfornava ogni anno. Furono ceduti alcuni punti di forza della squadra come Rocco e Mian al Napoli, Castello, Baldi e Niccoli al Venezia, Dal Pont e Costa alla Lazio. Per rinforzare la rosa invece arrivarono solo dei giovani dalle serie minori come: Trevisan di ritorno dal Ponziana, Bortolutti dal Monfalcone, Tosolini dall'Udinese oltre alla promozione tra i titolari dei giovanissimi Grezar e Valcareggi.

La formazione in partenza sembrava ridimensionata e il malcontento serpeggiava nella tifoseria che vedeva andarsene dei veri idoli, sostituiti da giovani di belle speranze, ma ritenuti acerbi.

Le prime partite di campionato non sono negative, anche se la squadra deve ancora amalgamarsi. Si parte con uno 0 a 0 casalingo con la Lazio nell'anticipo di campionato, per permettere ai biancocelesti di giocare in Europa. La settimana successiva pesante sconfitta a Napoli (3-0), con l'ex Mian autore di una doppietta e Colaussi espulso, ma causata dalla cattiva giornata di Umer e da alcune strepitose parate del portiere napoletano Sentimenti II.

Arriva a Trieste l'Ambrosiana, futura campione d'Italia, e si gioca in una splendida giornata di sole con un pubblico delle grandi occasioni; in porta Tricarico sostituisce Umer e non uscirà più dai titolari. Dopo un bel primo tempo equilibrato con tante occasioni, Trevisan ad inizio ripresa segna un magnifico gol con un superbo tiro al volo. L'Inter si scuote e con l'ausilio dell'arbitro, poi molto contestato, trova una rete in mischia con Frossi dopo una serie di punizioni che per le cronache del tempo sembravano inesistenti. Poi nel finale l'arbitro sorvola su un clamoroso fallo di mano del terzino Setti, che salva una rete sicura di Pasinati. Si rifà l'Unione a Bergano dove vince 3-0 grazie alla tripletta dello scatenato Trevisan e poi con rete di Colaussi, batte il Liguria a Valmaura.

Si prosegue con la sconfitta a Torino con i granata (1-0) pur giocando molto bene, pareggio a Genova (2-2) con un'altra doppietta di Trevisan, arriva il Bari che viene sommerso in casa per 6-0, con altre quattro reti di Trevisan! La Triestina naviga nei piani alti a soli 3 punti da Juventus e Roma. Il Milan pareggia a Trieste (0-0) dopo una bella ed equilibrata partita e a Firenze la settimana successiva, la Triestina fa 2-2, ma si mangia le mani perchè a 8' dalla fine conduceva 2-0; poi le espulsioni a raffica del fiscale arbitro, scombina le squadre e nel convulso finale i viola raggiungono un insperato pareggio. Il Bologna campione d'Italia e d'Europa, viene sconfitto a Valmaura 3-1, con un gioco fresco e di prim'ordine; segnano Grezar, Pasinati e Colaussi, ma con Trevisan in gran spolvero, che fa ammattire i fortissimi difensori emiliani.

Sconfitta a Torino dalla Juventus (2-0) priva delle ali della nazionale Pasinati e Colaussi; pareggio casalingo con la Roma (0-0) ma giocando dal 30' in dieci per l'espulsione di Colaussi. Finale di andata con una vittoria a Livorno (1-0) e un pareggio casalingo con la Lucchese (0-0) su un terreno paludoso e nella nebbia che non permette di vedere nulla. A fine andata la Triestina è a centro classifica, ma l'Ambrosiana capolista dista soli 6 punti. Si riparte con una sconfitta a Roma con la Lazio (2-1); netta vittoria col Napoli (3-0) e grande impresa a Milano, dove gli alabardati con una doppietta di Trevisan sconfiggonoi futuri campioni d'Italia. L'Atalanta fa le barricate a Valmaura, ma nonostante le numerose occasioni avute, la Triestina non passa (0-0). Vittoria a Genova con il Liguria (2-1), con il Torino a Trieste (1-0) e ancora col Genoa (2-1) con un'altra doppietta dello scatenato Trevisan, che non gioca in Nazionale, solo perchè ci giocano due assi assoluti, come Meazza e Piola. La Triestina oramai è a 3 punti dalla vetta e Trieste sogna. A Bari conferma la sua solidità, ma non va oltre uno 0-0, così a Milano col Milan. Batte la Fiorentina (2-1) a fatica, pareggia a Bologna (0-0) e arriva a Trieste la capolista Juventus, che dista solo 4 punti.

E' una partita che resterà nella storia, con il record di spettatori attorno alle 20.000 unità e uno stadio stracolmo di gente entusiasta. La Triestina gioca una partita magistrale e mette alle corde la Juventus; segna al 35' Trevisan con un bolide al volo che fa esplodere d'entusiasmo Valmaura. Poi gli alabardati controllano con tranquillità le velleità dei bianconeri e Pasinati raddoppia con la folla impazzita di gioia, entusiasmata dai virtuosismi del grande Colaussi.

Ora a tre giornate dalla fine la Juventus in vetta è solo a 2 punti e il calendario propone due scontri con le pericolanti Livorno e Lucchese; a Trieste si sogna!! Si va a Roma ed è 1-1, con vantaggio di Trevisan e gli alabardati che si rammaricano perchè si vedono sfuggire la vittoria. La vetta resta però sempre a 2 punti. A Trieste arriva il Livorno, che è già salvo ma che gioca con puntiglio; ad inizio ripresa segna con la complicità di Tricarico e la Triestina s'innervosisce. Gioca con apprensione ed è anche sfortunata, il Livorno invece è tranquillo, gioca anche bene e nel finale segna ancora in contropiede (0-2). L'ultima a Lucca vede una Triestina oramai fuori dai giochi e pur con molti rincalzi in campo gioca molto bene, è una partita ininfluente per la classifica, ma stranamente si trasforma in una battaglia con 4 espulsioni e viene risolta da un “gollonzo” di Scher (ex Ponziana) che con un tiro dalla lunghissima distanza allungato dal vento, beffa Tricarico. Alla fine l'Unione è solo sesta a 5 punti dall'Ambrosiana-Inter campione d'Italia. Ah se nelle ultime 3 gare gli alabardati non avessero fatto che un misero punticino....

Il finale di stagione lascia l'amaro in bocca ai tifosi, ma la stagione alla fine risulta più che positiva. Cannoniere della squadra Trevisan con 18 reti, secondo tra i marcatori dietro a Meazza (20 reti), dietro a lui Pasinati segna 8 gol. La Triestina ha poi l'onore di fornire alla Nazionale, per il mondiale che si svolgerà in Francia in estate, ben 3 giocatori: Colaussi, Pasinati e Chizzo, che torneranno a Trieste con il titolo di Campioni del Mondo!

Bruno Gasperutti

Letto 403 volte

Ultimi commenti agli articoli