Martedì, 07 Settembre 2021 16:23

L'ex capitano alabardato Allegretti alla guida del Chievo: "Sono entusiasta, un modo anche per restare a Trieste di più"

Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)
Riccardo Allegretti da una foto tratta da Facebook Riccardo Allegretti da una foto tratta da Facebook

“Mamma mia, mi sta chiamando tutto il mondo! Non pensavo di ricevere così tante telefonate una volta uscita la notizia….”.

Riccardo Allegretti è – come noto – il nuovo allenatore della prima squadra del Chievo 2021, la società creata dall’ex bomber clivense Sergio Pellissier al posto degli “scomparsi pandorini” di patron Campedelli (con il quale non c’erano più contatti come ha ammesso in una recente intervista lo stesso ex attaccante gialloblù e perciò non si è potuto trovare un accordo per tenere in vita il vecchio Chievo). Pellissier era ultimamente in forza al Rovigo Calcio come dirigente e lo ha “salutato” per buttarsi anima e corpo per ridare vita al suo vecchio - nuovo amore.

 

“Bubba” Allegretti spiega come è nata la sua nuova esperienza: “Abbiamo giocato assieme lui ed io, poi non ci siamo sentiti per qualche tempo e quando ho saputo la notizia, l’ho chiamato per fargli i complimenti e le congratulazioni. E’ una cosa molto bella questa sua voglia di ridare vita al Chievo anche se in Terza categoria. Sergio ha percepito il mio entusiasmo e ha capito la mia voglia di dare una mano al caso. Ci siamo incontrati una volta e abbiamo trovato subito l’accordo. Non ho pensato al fatto se potrò fare al caso sia l’allenatore che il giocatore (in caso di doppio tesseramento specifico), ma non credo sia possibile, essendo io allenatore Uefa A. Forse Sergio potrebbe fare il dirigente – giocatore, al caso mi tornerà utile….vedremo se sarà così o meno”.

 

L’ex centrocampista è reduce dalla tappa al Monza del duo Berlusconi – Galliani. “In quel caso riuscivo a tornare a casa solo una volta ogni due settimane – spiega mister Allegretti -, ora invece faremo tre allenamenti di base a settimana più la partita del sabato o della domenica a seconda delle volte e perciò vivrò a Trieste tre giorni a settimana con le mie figlie e mia moglie e andrò a Verona gli altri quattro giorni".

Letto 104 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli