Domenica, 24 Febbraio 2019 21:57

Old Star Game 2019, all'Allianz Dome emozioni e nostalgia: Trieste batte Gorizia. Video

Scritto da 
Vota questo articolo
(8 Voti)
La selezione triestina La selezione triestina

Grande festa all'Allianz Dome per l'Old Star Game con il derby Trieste-Gorizia. Il ritorno dei miti.

Dagli spalti applausi per tutti e per chi aveva vissuto quei tempi e visto da vicino quei giocatori è stato un bel tocco al cuore. Rich Laurel da una parte e Roscoe Pondexter dall'altra erano le due star vere e proprie. I veri miti. Non c'era Dino Meneghin mentre Dejan Bodiroga era presente ma solo in borghese. In panchina altri due miti: Boscia Tanjevic e Tonino Zorzi. Si gioca molto al piccolo trotto e non poteva essere diversamente con qualche accelerazione di tanto in tanto. Gray e Pecile giocano il primo tempo con la maglia di Gorizia e il secondo con quella triestina ed è proprio Sunshine con qualche tripla che scava il solco decisivo nella parte finale della gara a favore di Trieste. Si gioca sui quattro tempi da 8'. Il primo canestro è di Middleton. Pilutti da tre firma il 7-4. Vitez e Ritossa appena entrati e subito a bersaglio. Tripla dello stesso Vitez per il 16-15. Il primo quarto si chiude sul 16-17. Bombe in sequenza nel secondo quarto di Fazzi, Laezza e Premier. Quest'ultimo anche se con qualche chilo di troppo ha sempre una mano delicata. Fucka in entrata su assist di un ottimo Bonino. Poi tripla di Middleton per il 31-29. L'agilità di Middleton e qualche bomba goriziana animano la contesa. Intervallo lungo sul 36-35 per Trieste. Come detto ci pensa Pecile con la maglia locale a firmare l'allungo. Laezza e Casoli danno il 55-43 con cui si va all'ultimo riposo. Premier, Pecile e Gattoni colpiscono da oltre l'arco. Negli ultimi 2' c'è spazio anche Laurel e Pondexter fra l'esultanza delle due tifoserie. Pondexter segna il 72-56, l'ultimo canestro della partita (nelle immagini seguenti chiuderà le riprese). Ci prova anche Rich ma il pallone non entra. Alla sirena finale abbracci fra gli avversari e pacche sulle spalle e pubblico in campo a salutare i propri beniamini. Una serata all'insegna dell'allegria e della nostalgia. E poi l'incasso devoluto in beneficienza, il che è sempre una bella cosa.

 

CLICCA QUI PER VEDERE LA PRESENTAZIONE DELLE SQUADRE

Letto 249 volte Ultima modifica il Lunedì, 25 Febbraio 2019 12:13

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna