Sabato, 16 Novembre 2019 22:26

Modrusan monumentale, colpaccio della Pallamano Trieste contro il Cassano Magnago

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)
La gioia del ds Giorgio Oveglia subito dopo la sirena che regala la vittoria contro il Cassano Magnago La gioia del ds Giorgio Oveglia subito dopo la sirena che regala la vittoria contro il Cassano Magnago

Un monumentale Modrusan tra i pali e un cuore grande così. Con queste armi la Pallamano Trieste fa il colpaccio

contro il Cassano Magnago, secondo della classe. Una vittoria voluta per tutti i 60’ della contesa, il secondo successo stagionale, quello che fa abbandonare il penultimo posto della graduatoria. Un finale decisamente emozionante dopo un primo tempo avaro di reti. Si parte con il centro di Fidel, pareggia savini dopo 3’30”. Fidel e Popovic firmano il 3-1. In mezzo due rigori parati da Modrusan, prima a Moretti e poi a a Savini. E sarà proprio questo il leit motive soprattutto del primo tempo con un Modrusan in serata di grazia.

I primi 30’ infatti si chiudono incredibilmente con soli 4 gol sul groppone. Trieste però non ne fa tanti, solo 6. L’inizio della ripresa è biancorosso con le reti di Fideo (2) e di Radojkovic: 9-4. Moretti rompe il ghiaccio per i suoi. Modrusan continua a parare e Trieste tiene il vantaggio di tre-quattro reti grazie ai bersagli di Valdemarin, Radojkovic, Pernic e Popovic. Si arriva così alle battute finali, dal 15-11 al 15-14 al 22’. In sequenza segnano Valdemarin (16-14), Bassanese (16-15), Fidel (17-15), Saitta (17-16). Coach Carpanese prova l’attacco con sette giocatori di movimento togliendo il portier eModrusan lasciando così la porta sguarnita e su un errore in attacco è il portiere avversario a cercare il pareggio con un tiro dalla sua porta verso quella vuota triestina ma la sfera termina di poco a lato. Scampato il pericolo ci pensa Pernic a riportare i padroni di casa sul doppio vantaggio (18-16 al 26’). Dieci secondi più tardi Scisci accorcia sul 18-17. Finale al cardiopalma.

Al 27’ 28” Popovic è allontanato dal parquet per 2’. Al 27’50” il Cassano Magnago usufruisce di un rigore, sarebbe il gol del pareggio, alla battuta ci va il cannoniere Moretti ma la mira è sbagliata, la conclusione termina alta. Trieste perde palla in attacco, al 29’20” gli arbitri sanzionano uno sfondamento a Marzocchi. La vittoria si avvicina. Negli ultimi 40” di gioco Trieste fa girare la sfera oltre metà campo e alla sirena finale Chiarbola esplode di gioia. 

La classifica: Siena 18; Conversano, Bressanone 14; Cassano Magnago 13; Bolzano 12; Alperia Merano 10; Pressano, Sassari 9; Fondi, Fasano 6; Trieste 5; Sparer Eppan, Metelli Cologne 4; Gaeta 2.

Il tabellino.

TRIESTE                           18
CASSANO MAGNAGO   17

(primo tempo 6-4)
PALLAMANO TRIESTE: Modrusan, Zoppetti, Doronzo, Radojkovic 5, Hrovatin, Grosu, Mazzarol, Valdemarin 2, Pernic 3, Popovic 2, Di Nardo, Fidel 6, Allia, Sodomaco, Sandrin. All. Carpanese.
CASSANO MAGNAGO: Monciardini, Ilic, Albanini, Scisci 1, Fantinato, Moretti 6, Saitta 5, Milanovic, La Mendola, Bassanese 1, Marzocchini 1, Possamai, Dorio, Bortoli 1, Savini 2. All. Kolec.

Letto 76 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli