Mercoledì, 10 Febbraio 2021 19:38

Per la Pallamano Trieste c'è anche la serie B, obiettivo far crescere i giovani

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Trieste ritrova la serie B di pallamano a quasi tre anni dall'ultima gara in cadetteria della Pallamano Opicina/Alabarda

(a fine aprile 2018 la conclusione della seconda e ultima stagione consecutiva nella terza lega italiana da parte dei gialloneri opicinesi, poi fermatisi nella loro attività sportiva). Questa volta è la Pallamano Trieste a tornare a cimentarsi con la B a distanza di più di dieci anni dall'ultima apparizione in tale campionato e lo fa con la sua seconda compagine, allestita ad hoc con le forze emerse dal vivaio (in particolare gli Under 19 e qualche Under 17). I biancorossi sono stati inseriti nel girone Nord-Est assieme a Firex Pallamano M.S. Belluno, Ponte di Piave, Musile 2006, Jolly Handball Campoformido, San Fior e Arcobaleno Oriago, compagine quest'ultima a cui i giuliani renderanno visita sabato 13/02 nell'ambito delle sfide valevoli per la prima giornata.

“Visto che forse solamente gli Under 17 riusciranno a partire prossimamente con il loro campionato di categoria ma sicuramente non lo faranno i più piccoli, volevamo comunque far crescere il nostro settore giovanile in questo periodo attraverso le partite vere e proprie e da qui è nata l'idea della serie B per fare esperienza – spiega il tecnico Marco Bozzola -. Faremo giocare tra l'altro i 2001 che si allenano con la prima squadra, ma che non hanno la possibilità di scendere in campo, ovvero i vari Valdemarin, Parisato, Mazzarol e Bosco ad esempio. A condurli siamo Konrad Bozeglav e il sottoscritto, avendo la guida di per sé degli Under 17 e degli Under 19. Siamo un team e lavoriamo assieme per raggiungere un obiettivo comune”.

Sono stati allestiti due raggruppamenti con sette formazioni in lizza in entrambi e alla fine della stagione regolare ci saranno le final four per assegnare alla vincente delle stesse la promozione in serie A2. Anche per la B valgono i protocolli previsti pure per le categorie superiori dell'handball, perciò si tratta di un impegno non da poco per le società coinvolte.

Letto 27 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli