Sabato, 16 Gennaio 2021 21:36

Una Pallamano Trieste dai due volti sfiora una clamorosa rimonta contro Bressanone

Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)
Uno scatenato Dapiran che la difesa del Bressanone ha cercato di bloccare in tutti i modi Uno scatenato Dapiran che la difesa del Bressanone ha cercato di bloccare in tutti i modi

Con la gara di recupero della quattordicesima giornata contro Bressanone la Pallamano Trieste chiude il suo girone d’andata.

Finisce con una sconfitta che fa restare così la compagine di Oveglia a 12 punti. Un po’ pochini per le mire ambiziose della società. Sul banco degli imputati soprattutto le ultime due sfide quella prima di Natale a Merano (ko per 30-22) e questa contro Bressanone alla ripresa. Il risultato di 22-24 non rende infatti l’idea dell’andamento della sfida. Malissimo per un tempo e mezzo dopo l’1-0 di Dapiran. Gli ospiti vanno sul 5-1, poi 7-5 e chiudono i primi 30’ in vantaggio per 11-6. padroni di casa confusionari e senza idee e un arbitraggio con diverse sbavature. In più c'è il solito "paratutto" Sampaolo che da queste parti lo avevamo visto difendere la casacca del Pressano per dieci anni in maniera sempre brillante.

Ad inizio ripresa ancora protagonisti gli altoatesini che scappano sul 15-7. Con i centri di Cutura, Di Giulio, Brugger e Mitterrutzner volano sul 20-10. A questo punto però un immenso Dapiran guida la rimonta triestina. Tre sue marcature, una di Di nardo e un rigore di Bratkovic dimezzano lo svantaggio: 15-20. Trieste ci crede giocando in velocità. Segna Kholodiuk ma replica subito Dapiran: 16-21. Visintin ruba palla e va a trasformare: 17-21. Dapiran e ancora Visintin a segno: 19-21 al 21’50”. Traversa di Bratkovic. Kholodiuk non perdona dall’altra parte: 19-22. A bersaglio due volte Dapiran inframezzato da Di Giulio e poi Bratkovic: 22-23 al 27’. L’operazione aggancio sembra imminente ma Amato al 27’50” segna il + 2 per i suoi. Tempo di arrivare almeno al pareggio ce ne sarebbe ma Trieste sbaglia quattro volte in attacco e chiude così sconfitta.

Tredici i centri di Dapiran mentre gli altri a segnare sono stati solo in tre. Troppo poco per sperare di vincere le partite. Una Pallamano Trieste dunque dai due volti, imbarazzante per oltre 40’, bella nel resto della contesa. Mancava il lituano Kuodys che ha fatto le valige, al suo posto è arrivato il serbo Milovic che però non è ancora disponibile. Con il suo innesto si spera che le cose vadano decisamente meglio.

 

La classifica attuale con le partite giocate da ciascuna squadra:

Conversano 25 punti (14 partite); Raimond Sassari 21 (12); Ego Siena 20 (13); Bolzano 17 (12); Pressano 14 (11); Alperia Merano 13 (13); Cassano Magnago 13 (11); Sparer Eppan 13 (14); Trieste 12 (14);  Acqua&Sapone Junior Fasano 12 (13); Brixen 10 (11); Santarelli Cingoli 7 (13); Banca Popolare Fondi 6 (12); Teamnetwork Albatro 3 (12); Salumificio Riva Molteno 2 (13).

 

Il tabellino.

 

PALLAMANO TRIESTE     22

BRESSANONE                  24

(primo tempo 6-11)

PALLAMANO TRIESTE: Milovanovic, Zoppetti, Dapiran 13, Hrovatin, Pernic, Popovic, Di Nardo 1, Stojanovic, Valdemarin, Parisato, Bosco, Sandrin, Bratkovic 5, Visintin 3. All. Oveglia.

BRESSANONE: Sampaolo, Wierer, Plome, Di Giulio 4, Amato 3, Brugger 3, Pivetta 2, Iballi, Basic, Mitterrutzner 2, Cutura 5, Schatzer, Kholodiuk 5. All. Neuner.

Letto 49 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

2 commenti

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli