Sabato, 25 Ottobre 2014 23:54

Esordio amaro per la Pallamano Opicina, sconfitta onorevole in laguna

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
I ragazzi della Pallamano Opicina I ragazzi della Pallamano Opicina
Sconfitta all’esordio con onore per l’Alabarda Onoranze Funebri Opicina, sul campo della Pallamano Musile 2006;
termina 25-22 il match di Meolo in favore della compagine veneziana. Buona comunque la prestazione del team in maglia gialla, capace di impensierire i più quotati veneti sin dal 1’. Dopo un’equilibrata prima frazione, la gara si decide in avvio di ripresa, complice un negativo rientro in campo dei triestini. Ma andiamo con ordine. Come detto l’Opicina parte con buon piglio assumendo fin da subito il controllo delle operazioni. Opicina avanti nel punteggio sino al 10’, grazie alle reti del duo Varesano-Muran. Il tutto nonostante una tripla esclusione temporanea comminata a Sardoc, Perini e Varesano; 2-2 il parziale di gara nel frangente in cui i padroni di casa hanno giocato in tripla superiorità numerica. Al 12’ il Musile mette il naso avanti con un timbro di Ferronato. L’Alabarda non molla e riacciuffa per ben due volte i veneti; al 16’ con Temeroli (9-9), un minuto dopo con Ciriello (10-10). Ferronato e Berto trascinano i locali sul finire di prima frazione, ma l’Alabarda resta a contatto e va all’intervallo sotto per 13-12. L’ottima prima frazione non viene però bissata in avvio di ripresa. Il Musile piazza un break di 6 a 0, complice anche un approccio molle alla seconda frazione, contraddistinto da svariate palle perse. La gara sembra finita, ma l’Alabarda con caparbietà rientra in carreggiata, grazie anche agli effetti positivi del cambio di assetto difensivo (dalla 5-1 alla 4-2) e all’apporto di tutti gli effettivi (nuovi entrati compresi). Dal 18-12 del 36’, l’Alabarda rientra sino al 23-20 (minuto 54’). Nel finale il Musile mette in ghiaccio la vittoria, l’Opicina esce dal campo a testa alta. «Al di là del risultato finale, sono più che soddisfatto della prestazione della mia squadra – esordisce nel commento il tecnico dell’Alabarda Onoranze Funebri Opicina Roberto Laurini -. La squadra ha giocato con buon piglio e fatemelo dire, soprattutto con attributi. Il rammarico è per l’avvio di ripresa negativo che ha un po’ compromesso la gara».

PALLAMANO MUSILE 2006 – ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA   25-22 (p.t. 13-12)

PALLAMANO MUSILE 2006: Martinelli, Pavan, Ferrotti, Berto 2, Tedesco 8, Pivato, De Vettor 2, Boem, , Buratto, Codispote, Cancian, Multineddu, Ferronato 8, Ervigi 5. All. Melchiori
ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA: Benvenuti, Camarda, Sala, Ciriello 3, Custodio, Dandri 1, De Sanctis, Marchionni, Muran 6, Perini 1, Rongione 1, Sardoc, Temeroli 3, Varesano 7. All. Laurini
ARBITRI: Cardin - Dei Neri
Letto 584 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna