Domenica, 05 Agosto 2012 21:41

Triestina, Cosolini alle due cordate: "Decida la Figc"

Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)
Il sindaco Roberto Cosolini Il sindaco Roberto Cosolini

Il Comune comunica che in relazione alla vicenda Triestina a seguito delle richieste formulate sono pervenute,

più o meno nei termini indicati all’amministrazione comunale, due manifestazioni di interesse corredate da supporti documentali. In una di queste, la società Unione Triestina 2012, comunica l’intenzione di avvalersi della possibilità, prevista nella comunicazione formale della FIGC del 27 luglio 2012 al Comune di Trieste, di iscriversi al Campionato di Eccellenza, assumendo tutti gli impegni richiesti dalla Federazione in relazione alla scadenza di lunedì 6 agosto, ivi compreso il versamento una tantum di 100mila euro. Questa società non intende avvalersi della possibilità di chiedere parallelamente l'eventuale ammissione alla Serie D, che nell’annunciare la lettera al Sindaco da rappresentanti della Federazione è stata indicata come possibilità aggiuntiva, non di rito acquisito, su cui la FIGC si sarebbe eventualmente riservata una valutazione. Da parte della società “Triestina per sempre” è stata manifestata l’intenzione di avvalersi della possibilità di ammissione diretta al campionato di serie D sulla base di indicazioni ricevute dalla Lega Nazionale Dilettanti, non contenute in documenti della FIGC, e quindi di non compiere gli atti previsti nella comunicazione del 27 luglio, detta società dichiara la disponibilità a versare successivamente con modalità da concordare i 300mila euro previsti una tantum in base al Lodo Petrucci, una volta fosse ammessa alla Serie D. “Premesso che ringrazio quanti con disinteressata passione e amore per lo sport hanno dato in queste giornate difficili disponibilità ad impegnarsi, - dichiara Cosolini- rilevo che in altri paesi come Francia, Germania, Gran Bretagna e Stati Uniti certo non si ritiene che il destino delle società sportive di riferimento sia nelle mani del Sindaco, ma fin qui siamo nella tradizione italiana. Quello che mi sembra veramente anomalo è che tocchi al primo cittadino in una situazione come quella che capita oggi a Trieste decidere se applicare alla lettera norme decise dall’ente competente o derogare dalle stesse sulla base di indicazioni che proverrebbero dagli stessi ambienti tenuto conto che è la FIGC a dover decidere ”.

 

Dopo questa premessa lo stesso sindaco Cosolini ha comunicato alle due cordate, che lui si trova impossibilitato a scegliere tra loro due non essendo suo compito. Perciò la decisione sara presa dalla Figc, organo competente. Ha inoltrato la documentazione richiesta, allegando la sua lettera di supporto all'incartamento di Unione Triestina 2012 (essendo quello più completo ed è quello che richiede l'Eccellenza) e una lettera di gradimento della città al progetto contenuto nel fascicolo di Triestina per Sempre, la società di Piero Irneri che punta alla serie D.

Letto 1510 volte Ultima modifica il Domenica, 05 Agosto 2012 21:44

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna