Skip to main content

Qui Muglia Fortitudo, Lago: "Salta il memorial Montanari"

27 Aprile 2020
di vicedirettore

In casa Muglia Fortitudo si fanno alcune considerazioni sul momento di stop del calcio. Così parla Marco Lago, il vice presidente della società: "Ritengo, che le classifiche siano reali solo quando si giocano i campionati interamente. E questo non è successo in questa stagione a causa della situazione particolare venutasi a creare. La prima in classifica di febbraio, ad esempio, non sempre è tale poi alla fine. Ad esempio seguivo i nostri allievi come dirigente (gli under 16 regionali) e nel girone di ritorno avevamo fatto meglio rispetto all'andata. La squadra aveva incominciato a togliersi delle soddisfazione. Non sarebbe arrivata prima, ma era presumibile, che non avremmo fatto un cammino uguale a quello così così della prima fase. Perciò non ha senso per me tenere buone le classifiche maturate al momento dello stop. Una soluzione sarebbe quindi ripetere i campionati. Solo le società professionistiche hanno i fondi per rispettare le indicazioni mediche relative alla ripartenza. Non li hanno sicuramente le ASD, a iniziare da quelle militanti in Prima, Seconda e Terza Categoria. E probabilmente anche in una categoria come la serie D ci sarebbero delle società ad avere difficoltà nell'attuare le prescrizioni richieste. Si potrebbe anche riprendere dal momento in cui ci si è fermati, riprendendo a settembre o quando sarà possibile farlo. I campionati maggiori faranno da traino per tutti, tenendo conto in ogni caso della considerazione che senza vaccino come si farà a giocare? Ci vorranno mascherina e guanti ancora per qualche tempo. E come si farà a igienizzare gli impianti sportivi? Solo trovando gli sponsor....ma sarà difficile trovarli dopo questa crisi. Solo avendo il vaccino si migliorerà la situazione e si potrebbe pensare di giocare. In ogni caso sono in contatto con il presidente Rudi Palermo per cercare di programmare i prossimi mesi. In più per il Muglia sarà un duro colpo non poter organizzare il memorial Montanari, che ci garantiva i fondi per affrontare tutta l'annata successiva. Posticiparlo durante la pausa tra di dicembre e gennaio? Non è fattibile. Quando facciamo il torneo di Carnevale, vediamo che la gente non si ferma più che tanto al chiosco a fine partita, fa freddo e le giornate sono più corte (come luce). Non abbiamo un capannone riscaldato a disposizione per ospitare le persone. E poi la gestione dello Zaccaria ci scadrà il 30 giugno e vedremo quali decisioni prenderà il Comune. Di conseguenza non è pensabile far slittare il Montanari (giocato in questi anni tra maggio e giugno, ndr)".